Alimentazione Salute

Detossificazione: l’efficacia del glutatione ridotto

mm
Scritto da Capitale Salute

Stanchezza, obesità, abitudini alimentari scorrette sono solo alcune delle cause che portano all’affaticamento del fegato; questo comporta difficoltà, da parte del fegato, a disintossicare il nostro corpo. In una situazione di equilibrio, invece, il nostro organismo è in grado di detossificarsi grazie al Glutatione, una molecola disintossicante che produciamo.

  Grazie ad una nuova tecnologia, Oro-FS-Release™, è possibile un’integrazione che aiuta il corpo a mantenere adeguati i livelli di Glutatione, favorendo la detossificazione come lo farebbe naturalmente il nostro fegato.

Il nostro corpo, in condizioni normali, produce da solo adeguate quantità di una sostanza chiamata Glutatione che gli permette di mantenersi in uno stato di benessere. Il Glutatione ridotto gioca un ruolo biologico di primaria importanza negli esseri viventi perché, essendo il detossificante interno più potente dell’organismo, contribuisce a tenere in equilibrio i sistemi di smaltimento di tutte le scorie metaboliche che ogni giorno sovraccaricano l’intero organismo, e in particolare il fegato.

La concentrazione di Glutatione, però, si riduce con l’età e si possono verificare condizioni di carenza causate anche da:

  • Abitudini alimentari scorrette (per esempio, una dieta troppo ricca di grassi e carboidrati)
  • Obesità e alterazioni metaboliche
  • Problematiche di affaticamento epatico
  • Assunzione di alcuni farmaci e/o di più farmaci contemporaneamente
  • Fumo o consumo eccessivo di alcol
  • Intensa attività fisica e/o stanchezza
  • Inquinamento ambientale

In queste condizioni, che comportano un eccessivo accumulo di scorie nel fegato, il glutatione endogeno (prodotto dall’organismo) può non riuscire a rigenerarsi in quantità sufficienti. Per questo motivo, diventa fondamentale assumere un’integrazione quotidiana di questa preziosissima sostanza, per riportare e mantenere l’organismo alla sua massima efficienza.

Normalmente il Glutatione assunto per bocca perderebbe efficacia ben prima di arrivare là dove serve, ovvero nel fegato e negli altri organi che lo utilizzano per attivare un’intensa azione di “pulizia” interna. Grazie alla tecnologia Oro-FS-Release™, e a una formulazione brevettata, contenente un’elevata concentrazione di Glutatione, Vitamina C, L-Cistina e Selenio, il Glutatione ridotto entra direttamente in circolo, by-passando tutte quelle barriere che ne diminuirebbero l’efficacia.

Info sull'autore

mm

Capitale Salute

Lascia un commento

Informativa sulla privacy