News

Aids, in Italia il 15% non sa di essere infetto e il 50% delle diagnosi sono tardive

Aids, in Italia il 15% non sa di essere infetto e il 50% delle diagnosi sono tardive.
mm
Scritto da Capitale Salute

In Italia il 15% dei portatori dell’infezione HIV non ne è consapevole ed una diagnosi su due è tardiva, a fronte di 4mila nuove diagnosi l’anno, senza variazione sensibili negli ultimi 10 anni.

Per merito della terapia, la mortalità per HIV/AIDS è crollata, e la qualità di vita delle persone colpite è molto migliorata.

Tuttavia, la malattia non è sconfitta e alla sospensione della terapia segue di regola la ripresa della replicazione del virus e della progressione della malattia.

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, la maggior parte delle nuove diagnosi di infezione da HIV è attribuibile, in Italia, a rapporti sessuali non protetti, che costituiscono l’84.1% di tutte le segnalazioni.

Fonte: ANSA

Info sull'autore

mm

Capitale Salute

Lascia un commento

Informativa sulla privacy

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.