Lifestyle

Vacanze in cammino, consigli per uno “zaino intelligente”

Vacanze in cammino, consigli per uno “zaino intelligente”
mm
Scritto da R C

Saper organizzare il bagaglio, imparando a distinguere l’essenziale dal superfluo.

Questa è la prima regola per intraprendere un viaggio a piedi. Uno zaino intelligente per chi sceglie questo tipo di esperienza è determinante: per questo la “Compagnia dei Cammini”, associazione di turismo responsabile, prima delle vacanze fornisce ai camminatori qualche consiglio per salvaguardare in particolare la salute della schiena.

Leggerezza e un occhio alla taglia sono essenziali al momento della scelta di quello che diventerà un compagno di viaggio. Lo zaino è come un vestito, deve essere su misura. Nella scelta, va considerata la corporatura per scegliere la taglia adatta. Si può optare per uno con peso specifico leggero, anche perché non bisogna portare mai più di 13-14 chili.

Per un cammino di più giorni, senza sacco a pelo, né tenda, anche un 40-45 litri può andar bene. In caso contrario, è indicato un 55 litri. L’imbottitura di spallacci e cintura deve essere spessa e il peso suddiviso. È importante collegare gli spallacci con l’elastico sopra il petto. La cintura, invece, deve essere stretta il più possibile, poco sopra le anche.

Altro consiglio: è meglio rischiare che manchi qualcosa, piuttosto che voler prevedere tutti i rischi. Vale la regola dello stretto necessario. Per risparmiare sul peso è necessario portare piccole confezioni di sapone, dentifricio, medicinali indispensabili e lasciare a casa i cosmetici, eccetto la crema solare. Per i vestiti considerare un solo cambio al giorno e come cuscino si può usare una sacca di cotone riempita con abiti puliti.

Fare una lista aiuterà a non improvvisare e riempire, compulsivamente, lo zaino. Che se ben fatto avrà spazio anche per gli strumenti per dedicarsi alla passione preferita (macchina fotografica, binocolo, acquerelli).

Per il cibo è sufficiente prevedere una piccola riserva, barrette, qualche snack dolce e salato, il resto lo si troverà lungo il viaggio.

Infine, attenzione a riempire lo zaino in modo da abbassare il baricentro: gli oggetti più pesanti devono stare al centro, vicino al corpo, e in basso.

Fonte: ANSA

L’autore

mm

R C

Lascia un commento

Informativa sulla privacy